il saitta non si lava

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

il saitta non si lava

Messaggio  saitta puzzone il Ven Feb 13, 2015 7:33 pm

eeeeeeeeeeeeeeee il saitta èèèèèèèèèèèèèèèèè l'animale più brutto che c'èèèèèèèèèèèèèè

saitta puzzone
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: il saitta non si lava

Messaggio  Alessandro_Saitta il Mar Mar 17, 2015 1:38 pm

saitta puzzone ha scritto:eeeeeeeeeeeeeeee il saitta èèèèèèèèèèèèèèèèè l'animale più brutto che c'èèèèèèèèèèèèèè

In effetti nel fatto che non mi lavassi era insita un po' di verità, ma non in senso letterale, in quanto non ero particolarmente dedito a lavarmi con prodotti industriali (spesso tossici). Questo non significa che non mi lavassi in senso assoluto, ma lo facevo prevalentemente con sola acqua e sporadicamente con prodotti industriali (al fine di non intossicarmi inutilmente). Tuttavia recentemente ho scoperto che è possibile crearsi da soli in casa e con prodotti naturali tujtti gli occorrenti per l'igiene e la cura del corpo. Eccotene i principali:

SOMMARIO: DENTIFRICIO, SCHIUMA DA BARBA, DOPOBARBA, DETERSIVO LAVATRICE, ANTICALCARE, AMMORBIDENTE, PAVIMENTI, FINESTRE, ACCIAIO, CATTIVI ODORI, ACETO BIANCO, ALOE VERA, SALVIETTINE UMIDIFICATE, SCARPE, MUFFA



COME PREPARARE IN CASA UN DENTIFRICIO FAI DA TE IN POLVERE

Ingredienti
4 cucchiai di argilla bianca
2 cucchiai di salvia essiccata
2 cucchiaini rasi di bicarbonato
Procedimento
- Sminuzzate bene la salvia, versate tutti gli ingredienti in una ciotola, mescolate bene, versate il contenuto in un vasetto

e il dentifricio è pronto.
- Per utilizzarlo è sufficiente mettere un po’ di polvere sullo spazzolino inumidito con acqua.


SCHIUMA DA BARBA

Anche la schiuma da barba può essere fatta in casa: senza alcool ma con un profumo che farà cadere ai vostri piedi tutte le

donne! Ecco il segreto di bellezza naturale tutto al maschile!

Il segreto di una pelle liscia e morbida a cui è difficile poter resistere è la schiuma da barba! Con questa ricetta potere

fare una schiuma da barba senza alcool che lascerà le pelle del vostro volto morbide e profumatissima!
Procuratevi 50 gr di sapone di Marsiglia: riducetelo in scaglie e fatelo sciogliere a bagnomaria. Aggiungete 2 cucchiai di

olio di oliva, 20 gocce di olio essenziale di menta e 20 di olio essenziale di rosmarino.

Mescolate con cura il composto e versatelo in un barattolo da lasciare in bagno pronto all’uso: quando sarà giunto il momento

di radervi, inumidite il pennello e passatelo sul sapone che avete fatto. La rasaturà sarà semplice e veloce e la vostra

pelle non sarà mai stata così morbida!

    DETERSIVO LAVATRICE

COME FARE IL DETERSIVO PER LAVATRICE IN CASA - Vediamo insieme la ricetta di Emanuela per preparare il detersivo per il

bucato in lavatrice:
Innanzitutto, procuratevi un pentolone abbastanza grande e versatevi 4 litri di acqua.

Portate l’acqua a ebollizione e nel frattempo grattugiate una tavoletta di sapone di marsiglia (a voi la scelta riguardo la

marca).
Non appena l’acqua inizia a bollire, spegnete il gas e aggiungete le scaglie di sapone di marsiglia: qualche istante e il

sapone si dissolverà completamente.
Per concludere aggiungete quattro cucchiai colmi di bicarbonato ed ecco pronto il vostro detersivo per il bucato in lavatrice

preparato in casa. Semplice vero?
Consiglio:
PREPARATE LA SERA IL DETERSIVO - Emanuela ci consiglia di preparare la sera il detersivo, così da lasciare riposare il tutto

per almeno una notte intera (con il coperchio sopra). Il mattino successivo vi basterà frullare il composto con un qualsiasi

mixer per ottenere un detersivo liquido che non ha proprio nulla da invidiare a quelli in commercio.
COME CONSERVARE IL DETERSIVO - Per quanto riguarda invece la conservazione del detersivo, Emanuela ci suggerisce di

utilizzare i bidoncini da 5 litri in cui è contenuta l’acqua che si utilizza per il ferro da stiro.
PER SAPERNE DI PIU’: Come realizzare in casa le pastiglie per la lavastoviglie
Come utilizzare il detersivo:
DUE CUCCHIAI DI DETERSIVO PER UN LAVAGGIO OTTIMALE DEI CAPI - Emanuela di solito ne versa due cucchiai dentro la vaschetta

dosatrice della lavatrice. In caso di capi bianchi, lasciateli in ammollo per tutta la notte e poi la mattina proseguite con

il lavaggio in lavatrice. Vedrete che risultato.

Siccome il detersivo tende ad essere piuttosto denso, quando lo versate nella vaschetta assicuratevi che scenda giù nel

cestello.
Se invece volete adoperare il detersivo direttamente nell’oblò della lavatrice, prima di versarlo diluite i due cucchiai in

un bicchiere e con dell’acqua calda.
E l’ammorbidente?
ACETO BIANCO AL POSTO DELL’AMMORBIDENTE - Emanuela utilizza solo l’aceto, perfetto sia per i capi bianchi che per i colorati.

Senza contare che l’aceto bianco è perfetto anche per la pulizia del pavimento e delle superfici della cucina.
Per un tocco di profumo e freschezza aggiungete due gocce di profumo naturale: lo trovate in erboristeria.

PULIZIA PAVIMENTI

I detersivi chimici con cui pulite casa non solo sono abbastanza costosi ma anche decisamente inquinanti e nocivi per chi ne

è allergico. Perché allora non proviamo a sostituirli con un prodotto naturale che di sicuro non manca mai nelle vostre case:

l’aceto bianco.
Pratico, economico e soprattutto non inquinante, l’aceto bianco ha proprietà sgrassanti, disinfettanti ed è inoltre un ottimo

deodorante naturale.

ANTICALCARE. Sapevate inoltre che è perfetto anche come anticalcare? Prendete una spugnetta e dopo averla imbevuta di aceto

passatela su rubinetti, lavandini e docce: l’effetto sarà decisamente splendente. Se invece il calcare ha otturato i fori dei

rubinetti o del soffione della doccia, svitateli e lasciateli a bagno per qualche ora in un recipiente pieno di aceto.

PAVIMENTI. Se volete dei pavimenti lucidi e che si mantengono puliti a lungo provate a mescolare nel secchio un bicchiere di

aceto e alcune gocce di sapone per i piatti. Attenzione però: mai utilizzare l’aceto sul marmo perché lo rovina.

FINESTRE. Per la detersione delle finestre vi basterà invece preparare una soluzione con 4 parti di acqua e 1 di aceto con

cui riempire uno spruzzino.
LEGGI ANCHE: Detersivi fai da te, come preparare un brillantante anticalcare

ACCIAIO. Potete adoperare l’aceto anche per rimuovere la ruggine dall’acciaio e dai coltelli. Preparate una soluzione di

acqua e aceto caldo, imbevete un panno pulito e strofinate energicamente.

CATTIVI ODORI. Unite insieme aceto e bicarbonato per sbloccare gli scarichi. Per eliminare invece i cattivi odori dalle

tubature di bagno e cucina versate nello scarico una tazza di aceto e poi lasciate agire. In caso di necessità ripetete

l’operazione una volta a settimana.

Oltre che per le pulizie, l’aceto bianco è utilissimo anche per la pulizia dei vostri elettrodomestici.
Basta una spugnetta imbevuta di acqua e aceto per eliminare gli odori del frigorifero e del forno. Per la pulizia della

lavastoviglie aggiungete invece un litro di aceto e azionate il lavaggio a vuoto. Stesso procedimento per eliminare il

calcare dalla lavatrice: è sufficiente un lavaggio a vuoto a 90 gradi con una soluzione composta da 4 litri di acqua e due

bicchieri di aceto.
LA RICETTA – Pastiglie per la lavastoviglie, come farle in casa
E non è finita qui perché gli usi dell’aceto sono tantissimi: è utile infatti non solo per la pulizia di pavimenti ed

elettrodomestici ma anche per eliminare le macchie da tessuti e tappeti.
In entrambi i casi vi basterà tamponare la macchia con una spugnetta imbevuta di aceto bianco.


SALVIETTINE UMIDIFICATE

Ma non solo pulizie di casa: ecco come realizzare in maniera semplice, veloce ed economica delle salviettine igienizzanti per

il cambio dei pannolini dei bambini e per la pulizia di mani e viso.
Occorrente:

Un vecchio asciugamano in spugna o microfibra
Camomilla
Aceto
Olio d’oliva
Latte detergente per bambini
Olio essenziale di lavanda o camomilla
Come procedere:
Prendete il vecchio asciugamano e ritagliatelo in modo da ricavarne tanti rettangoli di media grandezza.
Preparate la camomilla servendovi delle bustine e una volta pronta versatela nella ciotola aggiungendo altra acqua bollente,

un cucchiaio di aceto di mele, un cucchiaio di olio d’oliva e uno di latte detergente biologico per bambini (un cucchiaio

ogni 200 ml di liquido).
Mescolate e poi unite dieci gocce dell’olio essenziale scelto.
Non vi resta che immergere nel liquido ottenuto i rettangoli di stoffa ricavati dall’asciugamano e poi riporli nel

contenitore.
COME RIUTILIZZARE LE SALVIETTE UMIDIFICATE -
Potete riutilizzare più volte le salviettine umidificate preparate in casa: vi basterà lavarle bene e poi ripetere il

procedimento.

DOPOBARBA FATTO IN CASA

Ingredienti del dopobarba fai da te
Gel di aloe vera: 53 g
Alcool buongusto: 30 g
Idrolato di amamelide: 5 g
Pantenolo: 4 g
Gel di acido ialuronico: 4 g
Glicerina: 3 g
Fragranze ed oli essenziali: circa 15-20 gocce.
Clorofilla in polvere: un pizzico per colorare (facoltativa)
Acido lattico q.b.per pH 5.5.


Ricetta del gel dopobarba lenitivo fatto in casa
Mescolate i vari ingredienti ed aggiungete gli oli essenziali alla fine.
Il pH deve essere tra il 5 e il 6, meglio se 5.5. Se fosse necessario, abbassatelo con qualche goccia di acido lattico.

Il vostro dopobarba da uomo è pronto!

Per quanto riguarda la profumazione, all’inizio vi sembrerà di non mettere abbastanza oli essenziali perché l’odore

dell’alcool sarà molto invadente. Il giorno successivo, però, diventerà molto più lieve e potrete sentire il profumo

effettivo.

Io ho utilizzato patchouli, lentisco e un po’ di fragranza per cosmetici fai da te Bois d’Hinoki di Aroma-Zone.
Se volete utilizzarne altri,  prediligete oli essenziali purificanti, lenitivi e non troppo aggressivi, come la lavanda. Per

una profumazione più balsamica e da uomo potete aggiungere anche oe di menta e tea tree (4 gocce al massimo poichè sono

abbastanza forti). Vanno bene anche quelli di rosmarino, vetiver e mirto.
Gli oli essenziali possono irritare la pelle, per cui nel caso di pelli sensibili è meglio utilizzare il minor numero

possibile di gocce (5-10 al massimo).



Sostituzione e omissione degli ingredienti
Se non avete l’idrolato di amamelide, la glicerina, l’acido ialuronico e il pantenolo potete ometterli e sostituirli con la

stessa quantità di aloe vera. Otterrete però un dopobarba meno ricco, per cui vi consiglio di utilizzarne almeno 2 o 3 e di

non sostituirli completamente.


Prezzo indicativo degli ingredienti di questo dopobarba
Realizzare questo dopobarba da uomo lenitivo fai da te vi verrà a costare meno di 2 euro per gli ingredienti. Se utilizzate

del gel di aloe vera già pronto il prezzo potrebbe salire di molto. Per risparmiare vi consiglio quindi di realizzarlo in

casa a partire da aloe vera liofilizzata come spiegato in questa pagina.


GEL DI ALOE VERA

INGREDIENTI

Per ottenere 100 g di gel di Aloe:


96,4 g di acqua distillata
2 g di glicerina
0,5 g di aloe liofilizzata 1:200
0,5 g di gomma Xantana trasparente
0,6 g di Cosgard


RICETTA

Mettete la glicerina in un contenitore di vetro e versatevi a pioggia l’aloe liofilizzata e la gomma Xantana.
Mescolate ed aggiungete l’acqua a filo frullando continuamente con un frullatore ad immersione.
Aggiungete infine il Cosgard che vi permetterá di conservare il gel di aloe vera fai da te per mesi.
Si consiglia di invasettare in un contenitore di vetro scuro per proteggere il prodotto dalla luce.
Se volete potete aggiungere 2-6 gocce di olio essenziale di lavanda per profumare o 6 gocce di olio essenziale di tea tree

per aumentare l’azione antibatterica del prodotto.

Non spaventatevi se si formano bolle o se la gomma Xantana non si è sciolta del tutto: nel giro di 24 ore avrete un gel

trasparente e liscissimo!

SOSTITUZIONI
Se non avete il frullatore ad immersione potete mescolare con un aerolatte o con un cucchiaio. In questo secondo caso dovrete

aspettare un giorno prima che il gel di aloe vera fai da te si formi completamente.

La glicerina può essere omessa. In questo caso aggiungete 2 g di acqua.

Se non avete la gomma xantana potete usare un altro gelificante adatto ai cosmetici naturali. Se omettete del tutto i

gelificanti otterrete l'aloe vera fluida che ha le stesse proprietá del gel ma è meno pratica per la cosmetica naturale

perchè è molto liquida.

SCARPE

Tra i rimedi per  togliere cattivi odori e muffe dalle scarpe c’è l’uso della carta dei vecchi quotidiani e delle riviste

anche per la manutenzione quotidiana. L’umidità del piede intrappolata nella scarpa sarà levata se si appallottola un foglio

e lo si mette all’interno della scarpa per tutta la notte, oppure, per tutto il tempo in cui non le indossiamo, oppure ancora

dopo il lavaggio delle scarpe, si pone all’interno e si lascia sino a che le scarpe non sono asciutte.

Altro rimedio consiste nel deodorare le scarpe mettendo all’interno dei pezzi di bucce di arancia da tenere per tutta la

notte o per tutto il periodo in cui non si indossano, eliminano il cattivo odore conferendo un nuovo profumo.

Più conosciuto è l’uso del bicarbonato. Si cosparge l’interno della scarpa con una buona quantità di bicarbonato e si lascia

per tutta la notte, al mattino si elimina con una spazzola. Il bicarbonato assorbe il cattivo odore ed elimina anche i

batteri le muffe che si formano dentro alla scarpa.

Può sembrare fantasioso, ma un metodo valido consiste nell’inserire nella scarpa una calza al cui interno è stata messa della

ghiaia per lettiera dei gatti. Quest’ultima è prodotta apposta per assorbire gli odori.

Anche collocare le scarpe nel freezer per alcune ore può far sorridere, ma solo dopo averle avvolte in un sacchetto di

plastica chiuso in modo ermetico! Questo trucco serve a uccidere i batteri responsabili dei cattivi odori.

Per quanto riguarda le muffe che si formano a causa dell’umidità, ci sono rimedi diversi a seconda del tipo di scarpa, se si

tratta di una scarpa sportiva in tessuto, oppure di una scarpa elegante in pelle. Con una scarpa sportiva, come la classica

scarpa da tennis, si procede sfregando bene l’esterno della scarpa con uno spazzolino da denti (ecco perché gli spazzolini da

denti dismessi non vanno sempre buttati) asciutto, per fare poi un lavaggio in lavatrice e lasciare immerse le scarpe per

circa trenta minuti in un recipiente con aceto bianco. Dopo dic he si mettono le scarpe all’aperto per l’asciugatura. Non

indossate se non sono perfettamente asciutte…

Per eliminare le muffe all’interno dalle scarpe di pelle si può utilizzare dell’alcool (quello per disinfettare le ferite) da

versare dentro alla scarpa, quindi si fa in modo che venga disinfettata ogni parte della scarpa e poi si lascia asciugare.

Per eliminare le muffe che si trovano all’interno e all’esterno di prende in contenitore spray e vi si versa dell’aceto,

quindi si applica l’aceto su tutta la scarpa, dentro e fuori, si lascia in posa per cinque minuti e si ripete. Poi si tampona

la scarpa con un panno e si mette all’aperto o in un altro luogo adatto per l’asciugatura.

Mai più scarpe con cattivi odori!

MUFFA IN CASA

Il bicarbonato combatte la formazione di muffe, poiché è un battericida  naturale. Puoi preparare una ricetta fai da te che

ti aiuterà nella  caccia alla muffa. Diluisci in una bottiglietta d'acqua 2 cucchiai di  sale fino, 2 di bicarbonato. Versa

in un flacone, poi aggiungi 2  cucchiai di acqua ossigenata 40 volumi e agita prima dell'uso: ecco un  efficace spray

naturale da applicare su muri e piastrelle. Per pulire le  fughe in profondità usa un vecchio spazzolino da denti, con cui  

strofinerai una miscela di bicarbonato e aceto. Ami i profumi? Aggiungi qualche goccia di olio essenziale di limone, Tea Tree

Oil, oppure lavanda.

Muffa sui muri, rimedi naturali

Per rimuovere la muffa sui muri si può preparare una miscela composta da due cucchiai di aceto bianco e una tazza di acqua:

una volta applicata sulla parte da trattare bisogna lasciarla agire per circa 15 minuti prima di sciacquare. In certi casi, è

necessario munirsi di uno spazzolino per togliere ogni traccia di muffa, specialmente nelle fessure tra una mattonella e

l’altra nel caso del bagno o della cucina.

Se la muffa dovesse rivelarsi difficile da eliminare bisogna ricorrere un secondo trattamento (dopo quello con aceto bianco)

a base di estratto di semi di pompelmo. L’estratto di semi di pompelmo lo trovate in erboristeria o nei negozi prodotti

biologici. Per l’applicazione basta preparare una miscela di 20 gocce di estratto sciolte in due tazzine colme d’acqua e

passare direttamente sulla muffa.

ATTENZIONE: evitare di sfregare panni o spugnette per tamponare il prodotto dato che lo sfregamento potrebbe creare una

dispersione delle spore che attecchirebbero altrove. Una volta rimosso completamente la muffa è preferibile verniciare con

apposite tinte antimuffa.

---------------------

Nella lista non è presente lo shampoo perché quello ce l'ho già stampato... La ricetta è semplice:

2 cucchiai di succo di limone
2 cucchiai di aceto di mele
2 cucchiai di bicarbonato di sodio
una tazza di acqua

...ed è buono anche come antiforfora Smile

P.S. Nel fotomontaggio ho ancora i capelli lunghi, ma li ho tagliati da 4 anni...
avatar
Alessandro_Saitta
Admin

Numero di messaggi : 1158
Età : 48
Località : Follonica(GR) - Via Cassarello 131
Data d'iscrizione : 11.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: il saitta non si lava

Messaggio  saitta cazzone il Lun Mar 23, 2015 6:51 pm

ma quale fotomontaggio? Quella è una foto vera, te l'avevo scattata io al gay pride del 2008.

Non ricordi???
puzzone.

saitta cazzone
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: il saitta non si lava

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum